Erbe che aiutano nella conversione da t4 a t3

Gli ormoni tiroidei T3 e T4 sono prodotti nella ghiandola tiroidea. Tra i due, T3 è la forma attiva. Affinché il corpo utilizzi T4, deve prima essere convertito in T3. Mentre la tiroide produce qualche T3, il corpo converte T4 nel resto del T3 che ha bisogno, soprattutto nel fegato, ma anche in qualche misura nei reni e nei tessuti corporei. Tra le erbe che possono aumentare la conversione del corpo di T4 a T3, dice il medico naturopatico Dr. Frank Aieta, N.D., sono gugli gugli, ashwaganda e coleus. Non utilizzare alcuna erba per trattare l’ipotiroidismo o sostenere altrimenti il ​​fegato o la tiroide senza prima consultare il medico.

Ipotiroidismo

Conosciuto anche come “tiroide underactive”, l’ipotiroidismo è un disturbo della ghiandola tiroidea in cui la tiroide non riesce a produrre abbastanza ormoni tiroide T4 e T3. Se si esibiscono sintomi di ipotiroidismo ei risultati del laboratorio del medico riportano che i livelli di T4 sono normali, ciò può indicare che il corpo sta avendo un problema di conversione da T4 a T3.

Erbe fegali

Le erbe che promuovono la funzione funzionale del fegato sono chiamate epatiche. Tra gli epatici più efficaci, secondo David Hoffman in “The New Herbal Herbal”, sono balsamo, barberry, radice nera, bandiera blu, centauro, dente di leone, fringetree, guarnizione d’oro, uva di montagna, wahoo e yam selvatici.

guggul

Secondo il medico naturopatico Dr. Michael Stadtmauer, N.D., guggul, o Commiphora mukul, promuove la conversione di T4 in T3. Agendo sulla tiroide e sul fegato, oltre a ridurre la perossidazione dei lipidi o danni al radicali liberi ai grassi, si ritiene che la guggul aumenta la conversione del T3 in parte proteggendo il fegato contro i radicali liberi. Il Centro medico dell’Università di Maryland consiglia di prendere un estratto standardizzato di 250-300 mg di guggul tre volte al giorno per sostenere l’attività della tiroide.

ashwaganda

Il dottor Stadtmauer elenca inoltre l’ashwaganda dell’erba ayurvedica come promotore noto della conversione da T4 a T3. Il meccanismo di questo sostegno è ritenuto molto simile a quello del guggul, evitando i radicali liberi dal fegato e migliorando così la funzionalità epatica complessiva, inclusa quella della conversione di T4 in T3. Secondo il Langone Medical Center di New York University, il dosaggio standard è tre volte al giorno, prendendo 1-2 grammi di radice ashwaganda bollita in acqua o latte per circa 15 minuti in acqua o latte.

Coleus forskohlii è un’erba ayurvedica originaria dei subtropici dell’India, della Birmania e della Thailandia. È stato trovato alla metà degli anni ’80 per aumentare la produzione di ormoni tiroidei e la secrezione nel flusso sanguigno. L’Università di Maryland Medical Center suggerisce un estratto standardizzato da 50 a 100 mg due o tre volte al giorno per il supporto della tiroide.

Coleus