Quanto tempo per andare senza mangiare tra i pasti

Il timing dei vostri pasti e la frequenza di mangiare dipende dal livello di attività, dal tempo e dai requisiti nutrizionali. Avere alcune condizioni, come il diabete, può richiedere di seguire un piano di dieta rigoroso e mangiare allo stesso tempo ogni giorno per stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, se sei un atleta o esegui un lavoro energico, potrebbe essere necessario mangiare più spesso di qualcuno sedentario. Incontra un dietista registrato, che può aiutarti a mettere insieme un piano di pasto e una frequenza che si adatta alle tue esigenze specifiche e stile di vita.

Metabolismo basale

Il tasso metabolico basale, chiamato anche tasso metabolico riposo, è il numero di calorie che il tuo corpo usa mentre è a riposo per la digestione, il respiro e altri sistemi autonomi. Circa il 10 per cento delle calorie consumate va verso la digestione e l’assorbimento di sostanze nutritive. Inoltre, l’età, il sesso, le dimensioni corporee, la composizione corporea e il livello di attività influenzano il tuo BMR. Potresti avere un elevato livello di attività, richiedendo diversi pasti per tutto il giorno o avere uno stile di vita sedentario lento, in cui si mangia solo pochi pasti al giorno. In entrambi i casi, è importante disporre i tuoi pasti con intervalli di tempo simili, ad esempio ogni quattro o cinque ore, per cui il tuo corpo ha calorie adeguate per le funzioni quotidiane.

Un pasto al giorno

Uno studio condotto dal Beltsville Human Nutrition Research Center nel Maryland e pubblicato nel “American Journal of Clinical Nutrition” nel 2007 ha valutato gli effetti sulla salute di un pasto al giorno rispetto ai più tradizionali tre pasti al giorno. I partecipanti alla ricerca hanno consumato tutte le loro calorie contemporaneamente, oppure hanno diviso in tre diversi pasti. Seguirono un piano di pasto per otto settimane e poi passarono all’altro piano di pasto. Alla fine dello studio, i partecipanti seguendo il piano di un pasto al giorno hanno notato una lieve diminuzione del peso. Sul lato negativo, i ricercatori hanno osservato che consumare tutte le vostre calorie in un solo pasto può aumentare la pressione sanguigna e il colesterolo totale. Poiché gli effetti negativi possono superare il possibile beneficio di perdita di peso, verificare con il proprio medico se il tipo di frequenza del pasto è adatto a voi.

Tre pasti al giorno

I ricercatori dell’Università del Wisconsin hanno pubblicato una ricerca nel “Journal of Undergraduate Research” nel 2003 che ha discusso l’effetto possibile di tre pasti al giorno rispetto a una frequenza più elevata del pasto sul tasso metabolico riposo. I ricercatori hanno ipotizzato prima dello studio che i partecipanti alla ricerca che avevano un’elevata frequenza dei pasti potrebbero anche avere una RMR elevata o una maggiore necessità di calorie. Alla conclusione dello studio, i ricercatori non hanno osservato alcuna differenza nella RMR per i partecipanti che consumavano circa tre pasti al giorno rispetto a quelli che mangiavano più spesso. Limitando i vostri pasti a solo uno o due al giorno, può causare il sovrabbondamento o il binge mangiare, aumentando il rischio di guadagno di peso. Se hai un regolare programma di lavoro, regolamentare i tuoi pasti a tre volte separate per tutta la giornata, potrebbe essere la tua scelta migliore. Mangiare prima colazione la mattina, pranzo diverse ore dopo e cena in un intervallo di tempo simile, aiuta a fornire un flusso costante di calorie per le vostre attività quotidiane, così come RMR.

Cinque o sei pasti giornalieri

Ulteriori ricerche condotte presso l’Università di Nottingham nel Regno Unito e pubblicate nel “American Journal of Clinical Nutrition” nel 2005 hanno esaminato gli effetti sulla salute di consumare diversi piccoli pasti ogni giorno. I ricercatori hanno osservato che mangiare regolarmente per tutto il giorno, circa sei piccoli pasti, possono contribuire a ridurre il colesterolo lipoproteico nocivo a bassa densità (LDL) oltre ai livelli totali di colesterolo. Inoltre, questo tipo di piano di pasto può aiutare a regolare le risposte dell’insulina, mantenendo stabile la glicemia. Anche se questi potenziali benefici possono derivare dal mangiare diversi piccoli pasti ogni giorno, i ricercatori hanno aggiunto che è necessario mangiare a orari regolari. Ad esempio, il piano ideale per la cena comprende la prima colazione, uno spuntino di mezzogiorno, un pranzo, uno spuntino di mezzogiorno, una cena e uno spuntino in tarda notte, tutti entro tre o quattro ore l’uno dall’altro.